Notti bianche, fallimento che è frutto della totale assenza di una politica di rilancio del commercio

“Il calendario delle manifestazioni è fondamentale nel mio progetto per Savona, una strategia nelle mani del Comune”

Un fallimento che è figlio della totale assenza di politiche di rilancio strutturale del commercio. Ed è l’ennesimo segno di indifferenza da parte dell’amministrazione che ha messo a disposizione pochissimi fondi e non ha dato supporto logistico né pratico in un momento in cui organizzare manifestazioni, anche a causa della situazione sanitaria, è davvero complicato”.

Marco Russo, candidato sindaco del Patto per Savona, commenta così la cancellazione dell’ultima delle Notti Bianche in centro. “Mi confronto spesso con i commercianti – aggiunge – e noto che c’è un atteggiamento generale di scoraggiamento, si sentono soli in un momento davvero difficile”.

Il tema del riaprire le serrande in centro, come nei quartieri, è prioritario nell’Agenda per Savona. “Nella mia amministrazione gli eventi devono essere uno dei principali strumenti di attrattività. Il calendario delle manifestazioni deve essere una vera e propria strategia nelle mani del Comune che deve anche promuovere e incentivare gli utilizzi temporanei dei negozi sfitti, sia a scopo commerciale che promozionale e deve sostenere i negozi di vicinato anche attraverso una politica dei buoni spesa”.

Ma oltre a strategie e pianificazioni economiche, conclude Russo: “Bisogna costruire un rapporto di coesione con i commercianti”.

Notti bianche, fallimento che è frutto della totale assenza di una politica di rilancio del commercio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su